Presentazione

l corso di studi in “Studi letterari e filosofici” nasce dalla modifica del corso di studi in “Studi umanistici”, istituito nell’anno accademico 2011/2012, ed è oggi gestito dal Dipartimento di “Filologia e critica delle letterature antiche e moderne”.

Ferma restando la base comune, che assicura a tutti gli iscritti una solida preparazione nelle materie letterarie (classiche e moderne) e storico-filosofiche, il corso di studi è articolato in tre curricula, in modo da rendere possibile la scelta di percorsi formativi specifici che valorizzino le diverse potenzialità presenti all’interno della classe di laurea, in particolare nell’ambito filologico-letterario classico, nell’ambito filologico-linguistico-letterario moderno (italianistica, linguistica italiana, comparatistica, lingue e letterature straniere), e nell’ambito storico-filosofico, filosofico e demo-etno-antropologico.

L’ampia gamma di materie caratterizzanti e soprattutto la vasta scelta nel ventaglio dei crediti assegnati al settore delle attività affini e integrative offrono agli studenti la possibilità di personalizzare il proprio piano di studio, in funzione di una più specifica prospettiva di studio e di futuri sbocchi lavorativi. Anche all’interno del percorso formativo prescelto, ciascuno studente ha dunque la possibilità di personalizzare in parte il proprio piano di studio.

Questi i curricula attivati:

  • Filosofia
  • Lettere classiche
  • Lettere moderne

 

Profilo professionale dei laureati
Esperto in promozione e gestione di attività culturali e comunicative
funzione in un contesto di lavoro:
- Operatore nel campo dei servizi e della produzione culturale
- Operatore nel campo della comunicazione e dell’informazione
- Operatore nel campo delle pubbliche relazioni e delle organizzazioni produttive
competenze associate alla funzione:
- Capacità di interpretare, situare storicamente e confrontare testi letterari, artistici e multimediali
- Capacità di interpretare e indirizzare strutture di rapporto sociale
- Capacità di progettare e gestire canali comunicativi testuali
sbocchi professionali:
Il laureato in Studi letterari e filosofici è una figura professionale dotata di una formazione globale, polivalente e flessibile, che riesce a integrare esperienze di approfondimento specifico nei campi delle lettere classiche e moderne, della storia, della filosofia e dell’antropologia.
Per quanto riguarda le attività professionali, di seguito verranno indicati i gruppi e le categorie di attività che costituiscono lo sbocco naturale dei laureati del corso; si sottolinea tuttavia che per molte figure professionali le competenze e le abilità di base acquisite nel corso di studi triennale dovranno essere integrate dalla formazione specifica (per cui si veda il quadro A4.a), offerta nei corsi di laurea magistrale, nei master di primo e secondo livello, nei corsi di dottorato (a partire da quelli attivati presso l'Ateneo senese), nei successivi livelli formativi previsti dalla normativa per l'accesso all'insegnamento. I laureati della classe potranno svolgere attività professionali presso enti locali e istituzioni specifiche, quali biblioteche, archivi e accademie, nonché presso case editrici, redazioni giornalistiche, fondazioni, aziende e altri soggetti professionali operanti nel settore dell’organizzazione di eventi e attività culturali.
Per quanto riguarda dunque la classificazione ISTAT delle attività economiche, si individuano i seguenti sbocchi professionali:

22.1 Editoria
72.3 Elaborazione elettronica dei dati
72.4 Attività delle banche dati
73.2 Ricerca e sviluppo sperimentale nel campo delle scienze sociali e umanistiche
74.4 Pubblicità
80.2 Istruzione secondaria (previa frequenza di ulteriori cicli di studio secondo l'iter previsto dalle vigenti normative)
91.33.2 Attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la coltivazione degli hobby
92.2 Attività radiotelevisive
92.4 Attività delle agenzie di stampa
92.5 Attività di biblioteche, archivi, musei e altre attività culturali.

Opinioni dei laureati

Dall'osservazione della tabella "Profilo dei laureati" si nota anzitutto l'alto tasso di soddisfazione riscontrato sull'esperienza universitaria fatta.
Una discreta percentuale ha svolto tirocini/stage all'estero ampliando la propria preparazione.
Il numero più alto di laureati proviene dalla classe L-10.